Sdoganamento a posteriori di merce allo stato estero scortata da T1 – Quale sanzione?

269973_141209529290280_123623667715533_261580_6357133_nSi segnala la nota prot. 125443/RU del 5 gennaio 2018 con la quale l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, in risposta ad un quesito di un operatore, ha chiarito che qualora merce allo stato estero scortata da documento di transito “T1″ non venga, per errore o negligenza, tempestivamente presentata alla dogana di destinazione, ma per la quale venga invece richiesta, con apposita istanza a posteriori, l’immissione in libera pratica, sarà applicabile la sanzione prevista dall’articolo 318 del TULD, e non quella di cui all’articolo 305, 1° comma, del citato TULD.

Con la stessa nota l’Agenzia delle Dogane, poi, chiarisce che anche alla fattispecie in esame è applicabile l’istituto del ravvedimento operoso di cui all’articolo 13 del D.Lgs. 472/97.

Gianni Gargano

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>