Currently browsing author

Alfo

IMG_0341

gli intelligenti e i fessi

Tutte le mattine abbiamo notizia di questionari, informazioni e simili che l’Amministrazione finanziaria invierà ai cittadini. Poi andiamo al bar e certe volte ci fanno lo scontrino ed altre volte no. Poi andiamo dal Tizio o dal Caio e ci fanno anche un buon prezzo qualche volta con fattura e …

404959_10150565624666373_159046991372_9359996_1927517090_n

Il bacio e l’applauso

Lo spettacolo era piacevole e noi due, su nel loggione, dall’alto e da lontano quanto basta, ci scambiavamo un bacio appassionato. Gli altri indifferenti. Solo gli attori, laggiù, ci applaudivano. Entusiasti. Alfò

319950_270914809613469_231417490229868_754134_1373314214_n

Padova — (da Alfò –le voci di fuori)

Oriana Fallaci chiese al medico di vedere il tumore che le era stato asportato. Voleva verificare quanto fosse brutto per far tanto male.  Il medico l’accontentò. Il tumore si presentava coma una palla bianca, addirittura piacevole alla vista. Oriana chiese, allora, che quella sfera bianca fosse aperta. Capì. E senza …

Copia di trieste_bora3-500

Trieste mia — (da Alfò Le voci di fuori)

Non mi riesce facile parlare di Trieste, ci sono troppo legato, d’altronde ci sono arrivato a ventitré anni, e me ne sono andato a trentuno. Ci sono stato da re. Come faccio a pensare a quella città senza sentire un grande sentimento d’affetto? Mi sento metà napoletano e metà triestino, …

156280_288246117929517_130861363667994_628233_996180617_n

L’ho già pubblicato? non lo so!

Le poltrone di legno, senza una lira in tasca. Ma felici: Di dividere quel poco, che però appariva tanto. Con gli amici e con le ragazze. Amici! Che parola bella e dimenticata. Poi la violenza! I soldi! I soldi! I soldi! E così all’infinito. Sporchi preferibilmente. Che non siano frutto …

stor_12951148_01330

la passione fa la differenza

La passione! La senti se c’è. Parlo della passione per il proprio lavoro. Qualunque esso sia. Io, nella mia vita, ne ho conosciuto uno che ce l’aveva veramente. e credevo che fosse finita lì. E, invece,  ieri, al telefono, ne ho conosciuto un altro. Era felice mentre ragionava e parlava. …

cover_002

Tanto non serve a niente

No! Non serve a niente! L’abbiamo studiato già a scuola (chi non ricorda i libri di “Scienza delle Finanze”?), poi all’università (diritto tributario, ma non solo), poi nella vita, trascorsa tutti i santi giorni tra leggi, regolamenti,  giornali, sentenze, note, circolari e risoluzioni….che la legge tributaria deve essere certa. E …

10155252_4982913347446_4106015055709812562_n

Che si deve fare per campare!

Io stavo per i fatti miei quando sei venuta a trovarmi. Mannaggia. Ma chi t’ha mandata? E allora questo e quello. Qualche lacrimuccia. Ma no! Noi no! Noi ce l’abbiamo fatta. Non ci siamo fatti toccare. Non ci ha sporcato niente e nessuno. La nottata è passata! Non ci pensà. …

000a9462

Il moto perpetuo – tratto da UE’

L’autostrada era al centro di uno spazio piano e luminoso. Dovunque, intorno a me, si vedeva l’orizzonte. Ero al centro del mondo. Questa sensazione, che mi piaceva perché diversa da quella alla quale ero abituato, l’avevo provata sempre: Tutte le volte che ero venuto in Francia. Ma più di tutte, …

000947 - Copia

Caen – tratto da UE’

……. eravamo eccitati. Decidemmo che io avrei guidato e Lucio mi avrebbe indicato la strada. Scegliemmo di raggiungere la spiaggia di dalle parti di  Cabourg, e Deauville Quindi prendemmo l’autostrada per Caen, che distava almeno un centinaio di chilometri dal nostro albergo alle porte di Rouen. Era a Caen che …

75_color_monster

sporco dentro – tratto da UE’

Uno comincia con accettare, con un po’ di ritegno, del denaro in cambio di un certo favore, poi ne accetta ancora e poi ancora. E poi ne vuole sempre di più. Vuole entrare nell’affare..Si, prima o poi vuole entrare nell’”affare”. E così, un po’ alla volta, diventa una persona diversa …

420042_400339009983256_125231240827369_1777436_1175899189_n

Il volo non mi spaventava – tratto da UE’

Ripresi a dormire. Il mattino era ancora lontano. Ma  era  naturale! Correvo, sempre più veloce, sbattendo le braccia come se fossero ali, e mi alzavo in volo. E mi vibravo nell’aria a mio piacimento. Il volo mi prendeva, ma non mi spaventava. Mi emozionava. Ero io che decidevo dove e …

cat=-1314