L’Agenzia delle Entrate e le sanzioni sul reverse charge

Si segnala la circolare n. 16/E dell’11.05.2017 con la quale l’Agenzia delle Entrate ha fornito alcuni chiarimenti sulla riforma delle sanzioni per le violazioni delle norme in tema di inversione contabile – reverse charge.

Oltre alle indicazioni di carattere pratico sulle sanzioni da applicare nei casi di violazioni al sistema dell’inversione contabile, per le quali si rinvia alla lettura della circolare,564219_364461133599388_135870839791753_1035316_1908694610_n l’Agenzia delle Entrate rappresenta che le nuove norme sono coerenti con il principio sancito in più occasioni dalla Corte di Giustizia dell’Unione europea in relazione al meccanismo del reverse charge, secondo cui le violazioni degli obblighi formali non possono escludere di per sé il diritto alla detrazione del contribuente, pena la violazione del principio di neutralità dell’imposta (Ecotrade, cause riunite C-95/07 e 96/07, Idexx, causa C-590/13; Equoland, causa C-272/2013), cui si è sempre uniformata la Corte di Cassazione (Cass. n. 10819/2010; Cass. 20486/2013; Cass. n. 5072/2015; Cass. n. 7576/2015).

Gianni Gargano

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>