Il Regolamento Delegato (UE) 2018/1063 del 16.05.2018 – La nuova definizione di esportatore

17426115_10203003044353886_3741340057421061455_nSi segnala che sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea è stato pubblicato il Regolamento Delegato (UE) 2018/1063 del 16.05.2018 (in vigore a partire dal 31 luglio 2018) che apporta alcune modifiche al Regolamento Delegato (UE) 2015/2446 RD).

Tra le novità introdotte quella di maggior rilievo è quella relativa alla definizione di esportatore.

In particolare a far data dalla data di entrata in vigore delle modifiche in commento (31.07.2018) potrà essere considerato esportatore (articolo 1, punto 19, del RD):

  1. a) il privato che trasporta le merci che devono uscire dal territorio doganale dell’Unione se tali merci sono contenute nei bagagli personali dello stesso;
  2. b) negli altri casi, quando a) non si applica:
  3. i) la persona stabilita nel territorio doganale dell’Unione che ha la facoltà di decidere e ha deciso che le merci devono uscire da tale territorio doganale;
  4. ii) quando i) non si applica, qualsiasi persona stabilita nel territorio doganale dell’Unione che è parte del contratto in virtù del quale le merci devono uscire da tale territorio doganale.»;

E’, cioè, sufficiente, per poter assumere la qualifica di esportatore essere stabiliti nel territorio doganale dell’Unione europea ed essere parte del contratto in base al quale le merci devono uscire dal predetto territorio.

Sul punto occorre precisare che, secondo quanto chiarito dai servizi della Commissione europea e dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli (circolare n. 8/D del 19.04.2016, punto G5), si può considerare “stabilito” nell’Unione europea soltanto chi vi abbia:

  • la sede statutaria;
  • l’amministrazione centrale;
  • una stabile organizzazione.

Pertanto la semplice nomina di un rappresentante fiscale residente in Italia a norma dell’articolo 17, terzo comma, del DPR 633/72 non consente di considerare il soggetto extracomunitario “stabilito” nell’Unione europea.

Giovanni Gargano

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>